Kahlil Gibran[Wma 128 Kbps - Ita]Il Profeta[TNT Village]

Size 64.274 MB   0 seeders     Added 2012-09-22 02:49:14

Stream torrent
Starting‥ You need BitLord! Get it from 1BitLord.com
To download or stream you need BitLord. Visit them at BitLord.com
[align=center][b][SIZE=16][color=red]Kahlil Gibran[Wma 128 Kbps - Ita]Il Profeta[TNT Village][/SIZE][/color][/b][/align]

[align=center][b][SIZE=16][color=green].: Locandina :.[/SIZE][/color][/b][/align]

[align=center][IMG]image[/IMG][/align]


[align=center][b][SIZE=16][color=green].: Trama :.[/SIZE][/color][/b][/align]

[align=justify]Il profeta Almustafa sta per lasciare la terra ove ha vissuto dodici anni in contemplazione: come saluto commosso al popolo accorso per la sua partenza offre i frutti delle sue meditazioni.
I discorsi, impregnati di un altissimo senso religioso, punto di arrivo di una sintesi tra il Dio-Parola dei Vangeli e la tradizione mistica orientale, insegnano che la felicità, mèta di ogni cuore, è la capacità di cogliere il soffio dell'Assoluto nei gesti quotidiani. Raramente si incontrano passi cosi frementi e delicati nei quali la serenità e il silenzio dell'anima si fanno parola per rivelare l'Infinito nel finito: Dio è nello sguardo di chi dona, nel vento che gioca con i bambini, nel canto e nella danza.
Per Gibran coltivare la presenza dello spirito divino dentro di sé vuol dire ad esempio cogliere l'unità di gioia e dolore: le cose che ci fanno gioire sono le stesse che ci provocano dolore; ognuno di questi due sentimenti arriva sempre tenendo l'altro per mano.[/align]
  

[align=center][b][SIZE=16][color=green].: Scheda :.[/SIZE][/color][/b][/align]

[align=center][IMG]image[/IMG][/align]

[align=justify]Kahlil Gibran nasce a Bisherri, una cittadina nel Libano settentrionale, il 6 gennaio 1883, luogo circondato dai famosi "Cedri del Libano". Si chiamava Gibran Khalil Gibran e quando emigrò negli Stati Uniti a undici anni il nome gli fu abbreviato da un'insegnante inglese. Nei suoi scritti in inglese la sua firma sarà sempre Kahlil Gibran.
I genitori sono cristiani maroniti, religione cattolica formata dopo lo scisma bizantino del V sec a.C., ha due sorelle, Mariana e Sultana, e il fratellastro Boutros (nato da un precedente matrimonio della madre). La sua formazione si può ricostruire attraverso gli anni neoplatonici e paganeggianti di Boston, ove emigra nel 1894 con la madre, i fratelli ed alcuni zii. Sono gli anni dell'emigrazione araba verso gli Stati Uniti e il Brasile. Il padre, semialcolizzato, rimane in Libano forse in prigione, Gibran non avrà un buon ricordo del rapporto con lui. E la madre, Kamele Rahmè, gli trasmette la religiosità e i valori umani della sua tradizione culturale.
A 14 anni Kahlil torna in Libano per frequentare la scuola superiore all' Hikmè di Beirut. In questo periodo si imbatte nel classicismo libanese che separa abissalmente i ricchi dai poveri, l'aristocrazia ed il clero dal popolo. Verosimilmente risale a questi anni il contatto più profondo e duraturo con le Sacre Scritture. Completati gli studi, nel 1897, viaggia attraverso il Libano e la Siria. Vi fa ritorno nel 1902 come guida e interprete di una famiglia americana, ma presto deve rientrare a Boston a causa della malattia della madre, che muore di tisi l'anno seguente, e successivamente anche i suoi fratelli.

A Boston, nel 1904, conosce Mary Haskell, l'incontro più importante della sua vita. Mary sarà sua collaboratrice, amica, musa, e più tardi curatrice delle sue opere. Mary rappresentò un sostegno decisivo per lui, morale e materiale. Si sono incontrati all'esposizione di alcuni quadri di Kahlil presso lo studio di un amico fotografo. Mary che ha 10 anni più di lui, è preside di una scuola femminile. Grazie ai suoi contributi Gibran studia pittura a Parigi, tra il 1908 e il 1910, all'Acadèmie Lucien (accademia delle belle arti di Parigi). Legge Voltaire e Rousseau, Blake, Nietzsche; scrive "Spiriti Ribelli", pubblicato in arabo nel 1908, una breve raccolta di racconti dal tono aspro e nostalgico sulla società libanese. Tornato negli Stati Uniti (1912), va a vivere a New York dove apre uno studio, da lui definito nei suoi scritti "l'eremo" si dedica contemporaneamente alla letteratura e alle arti figurative. Insieme all'amico Mikhail Naimy é la figura di spicco di un'associazione letteraria Siro-Libanese, Arrabitah-al-Alima, nata a Boston e New York tra letterati e pittori arabi d'oltre oceano, i Mahjar "immigrati" appunto.

Con il suo impegno in questa associazione Gibran vuole portare avanti una "rivolta contro l'occidente tramite l'oriente", parole scritte in occasione della pubblicazione de "Il Folle" (1918), cioè contro il decadentismo dell'occidente e il tradimento del suo stesso Romanticismo. Allo stesso tempo sente il bisogno di un rinnovamento formale e contenutistico della letteratura araba, per esempio si libera della poesia monorima e quantitativa per il verso libero. Nel nuovo continente egli si inserisce nella poesia americana sulla scia di Thoreau, Whiteman, Emerson (che stimò in modo particolare), poeti naturalisti di tradizione protestante e predicatoria. Spesso pubblica dei disegni insieme alle opere, mai lunghe.

Le prime biografie di Gibran, scritte da chi lo frequentò molto negli ultimi anni, come Mikhail Naimy e Barbara Young, e in parte dettate da Kahlil stesso, non sono tuttavia completamente affidabili, in quanto tendono ad alimentare il ruolo di Guru che molti ammiratori già vedevano in Gibran. Il primo studio serio su di lui è quello di Kahlil S. Hawi, pubblicato a Beirut nel 1963.

La salute di Gibran è piuttosto minata negli ultimi anni di vita che trascorre tra New York e Boston, dove vive e lavora sua sorella Mariana. Muore a New York, di cirrosi epatica e con un polmone colpito da tubercolosi, il 10 Aprile 1931, aveva 48 anni e stava lavorando a "The Wanderer" raccolta di parabole e parole. Gibran è sepolto in un antico monastero del suo paese d'origine, secondo la sua volontà. Fu sepolto in un giorno di pioggia, accompagnato da pochi amici, tra i quali Barbara Young. Per l'occasione il giornale "The New York Sun" annunciò: "A Prophet is Dead." "Un profeta è morto". Gibran lascia i diritti d'autore in eredità agli abitanti di Bisherri per opere di pubblico beneficio.[/align]


[align=center][b][SIZE=16][color=green].: Dati tecnici del file :.[/SIZE][/color][/b][/align]

[align=center]Autore: Khalil Gibran
Dimensione del file: 61,2 MB
Formato del file: .wma
Qualità (Bitrate): 128 K bit/sec
Titolo: Il Profeta
Anno: 2008 
Lingua: Italiano 
Genere: Narrativa/Meditazione
Voce: Franco Bignotto
Musiche: Vinicio Bianchini

1 Traccia - L´AMORE
2 Traccia - IL MATRIMONIO
3 Traccia - I FIGLI
4 Traccia - IL DARE
5 Traccia - IL LAVORO
6 Traccia - LE CASE
7 Traccia - GLI ABITI
8 Traccia - IL COMPERARE E IL VENDERE
9 Traccia - IL DELITTO E IL CASTIGO
10 Traccia - LA RAGIONE E LA PASSIONE
11 Traccia - IL DOLORE
12 Traccia - LA CONOSCENZA DI SE´
13 Traccia - L´INSEGNAMENTO
14 Traccia - L´AMICIZIA
15 Traccia - IL CONVERSARE
16 Traccia - IL TEMPO
17 Traccia - IL BENE E IL MALE
18 Traccia - LA PREGHIERA
19 Traccia - IL PIACERE
20 Traccia - LA BELLEZZA
21 Traccia - LA RELIGIONE
22 Traccia - LA MORTE[/align]


[align=center]========================================
You can find more info on this, and more of 35000 torrents, on Tntvillage community, the biggest italian torrents community with more of 330000 users.
Visit www.tntvillage.scambioetico.org/ and good downloads![/align]
il Profeta_wma/09 Traccia 9.wma 6.051 MB
il Profeta_wma/05 Traccia 5.wma 4.503 MB
il Profeta_wma/06 Traccia 6.wma 4.485 MB
Gathering some info...

Register and log in Isohunt and see no captcha anymore!

4000 symbols left
Hash d3e27dd9fce34837b61251e039de7e31e08349c9